La farmacia dei servizi

UN LUOGO ACCESSIBILE PER IL BENESSERE DEI CITTADINI

La farmacia oggi non è solo un luogo di dispensa di farmaci e consigli legati al loro utilizzo, ma si sta trasformando in farmacia dei servizi, una realtà in costante sviluppo, in cui vengono offerti servizi, consigli, informazioni e prestazioni diagnostiche che la trasformano nel “luogo accessibile della salute”.

Questa trasformazione si inserisce nel programma di deospedalizzazione e domiciliazione delle principali cronicità previsto dal Sistema Sanitario Nazionale in linea con gli obiettivi della Spending Review.

In quest’ottica la farmacia dei servizi può rappresentare una valida alternativa per il cittadino che necessiti di servizi di primo livello, monitoraggio di parametri legati a fattori di rischi, informazioni e prenotazioni di prestazioni socio-sanitarie, senza doversi recare presso i presidi ospedalieri o i distretti ASL.

La farmacia dei servizi riflette un nuovo sistema di gestione del benessere che sia più fruibile e vicino al cittadino, legato a una sanità di educazione e prevenzione, non solo di cura della malattia.

La farmacia dei servizi diventa così il luogo più prossimo al paziente nel quale poter erogare e soddisfare richieste sanitarie, come campagne di prevenzione delle principali patologie sociali e di sensibilizzazione alla compliance alle terapie, accanto all’educazione ai corretti stili di vita e al monitoraggio dei parametri primari della salute

Di tipo sociale

  • Inesorabile invecchiamento della popolazione
  • Richiesta di sempre migliori condizioni di salute
  • Richiesta di sempre maggiore e più diffuso accesso ai servizi sanitari
  • Richiesta di sempre maggiore copertura finanziaria delle spese sanitarie

Di tipo economico

  • Aumento dei costi necessari per la cura di una popolazione più anziana e con più aspettativa di vita di prima
  • Crisi dello stato sociale come erogatore tout court dei servizi sanitari
  • Conseguente ricerca di politiche di spending review a livello pubblico che possano rendere più efficiente/efficace il servizio sanitario nazionale.
  • Crisi economica del mondo farmaceutico e della ricerca

  • Sviluppo del farmaco equivalente
  • Ricerca di una maggiore deospedalizzazione dei pazienti cronici
  • Ricerca di nuovi spazi di presa in carico e monitoraggio delle patologie croniche
  • Necessità di mantenere alta la compliance alle terapie per migliorare l’efficienza del SSN
  • Ricerca di nuovi spazi di educazione sanitaria e di prevenzione per l’emersione e gestione tempestiva delle situazioni di rischio

Dal canto suo la farmacia si trova nella situazione di ripensare il proprio ruolo, essendo “vittima” di alcuni dei trend di cui sopra che incidono direttamente sulla sostenibilità economica della farmacia stessa.

La farmacia dei servizi diventa così il luogo più prossimo al paziente nel quale poter erogare e soddisfare le richieste di cui sopra:

Di tipo amministrativo:

  • Prenotare un esame o ritirare un referto del SSN

La farmacia si trasforma quindi e dopo la fase di passaggio dalla Farmacia “Galenica” a quella “Distributiva”, siamo ora alla “Farmacia dei Servizi”

Di tipo sanitario:

  • Compagne di prevenzione delle principali patologie sociali

  • Monitoraggio dei primari parametri della salute

  • Campagne di sensibilizzazione alla compliance alle terapie

  • Educazione ai corretti stile di vita

Perche’ la farmacia?

Un luogo dove trovare consiglio, sicurezza e qualità

La farmacia da sempre svolge un ruolo chiave per il cittadino, dove trovare i farmaci necessari, ma anche il consiglio attendibile di un professionista a cui affidarsi e di cui fidarsi.

Ora la farmacia può svolgere un ruolo preventivo di tutela della salute, promuovere stili di vita virtuosi ed essere centro di educazione sanitaria attraverso un’offerta strutturata di screening diagnostici ad alto impatto sociale, servizi attualmente non adeguatamente coperti dalla sanità pubblica, come il monitoraggio delle principali malattie prevenibilio precocemente diagnosticabili.

Un’attività non a carico del Servizio Sanitario Nazionale, che può essere svolta dalla farmacia all’interno del proprio spazio di libera professione, nel rispetto della corretta gestione delle attività diagnostiche e sotto la propria responsabilità con spazi adeguati, attrezzature certificate e validate scientificamente, che siano idoneamente utilizzate e manutenute da personale professionalmente riconosciuto, adeguatamente formato e certificato all’uso.

La farmacia dei servizi può affiancare a prestazioni già erogate come la misurazione della pressione, nuove e future proposte, che permettano di raggiungere obiettivi legati a prevenzione, educazione, monitoraggio e aderenza alle terapie.

Tra le aree di intervento troviamo prevenzione dell’osteoporosi, diabete, patologie respiratorie, cardiovascolari, sindrome metabolica e dell’obesità, sarcopenia, stasi venosa e molte altre.

  • Spazi adeguati
  • Attrezzature certificate
  • Validate scientificamente
  • Idoneamente utilizzate, manutenute
  • Utilizzate da personale professionalmente riconosciuto (Infermiere)
    e adeguatamente formato e certificato all’uso
  • Moc ad ultrasuoni
  • Esami intolleranze (raccolta campioni)
  • Esami DNA (raccolta campioni)
  • Spriometria
  • Composizione corporea
  • Holter pressorio
  • Holter ecg
  • Ecg a riposo

• L’attuale normativa esistente sulla farmacia dei servizi riguarda e regola solo i servizi che sarà possibile erogare da parte delle farmacie all’interno delle convenzioni con il SSN quindi a carico dello stato e dietro prescrizione del medico. Da questo punto di vista è importante cosa viene incluso e soprattutto cosa viene esplicitamente escluso: esami su prelievo di sangue, plasma.

• La normativa può essere presa ad esempio per le indicazioni che dà (spazi dedicati, infermieri) e per quelle che esclude specificatamente (sangue), non per le indicazioni che non offre.
Nel decreto si fa rifermento e si sottolinea la volontà di attribuire alla farmacia un ruolo di dispensatore di servizi quali educazione sanitaria e prevenzione, la prevenzione attraverso campagne di sensibilizzazione ed educazione.

• “Il provvedimento ministeriale è coerente con la tendenza attuale di ridurre al minimo il periodo di ospedalizzazione. La farmacia, in passato estranea a questo processo, potrebbe dare un valido contributo allo stato di benessere del paziente, rendendo agevole l’accessibilità da parte dello stesso, oltre che ai medicinali, anche ai servizi infermieristici e fisioterapici di cui può aver bisogno.

• Le leggi ed i decreti ministeriali fino ad ora emanati non escludono la possibilità di effettuare in farmacia altre analisi o di rendere disponibili altri servizi che non possono però rientrare nell’ambito del S.s.n. La normativa vigente infatti definisce le analisi che possono essere effettuate nell’ambito del servizio sanitario nazionale e non disciplina in alcun modo le analisi effettuabili al di fuori dello stesso. l’Esecuzione di ulteriori analisi potrebbe in concreto essere utile al paziente per migliorare il suo stato di benessere incrementando così la qualità di vita dello stesso.

• Naturalmente l’obiettivo di tali analisi deve essere esclusivamente quello di monitorare la terapia assegnata ad un paziente e di migliorare lo stato di salute e di benessere del consumatore e, conseguentemente la qualità di vita dello stesso; per tale motivo non devono portare mai a diagnosi di patologie, ma fornire al paziente consigli utili per migliorare o controllare il proprio stato di salute… In particolare la possibilità di effettuare in farmacia varie analisi che potrebbe rivelarsi uno strumento utile come screening anche durante campagne di prevenzione, ottenendo dei risultati che non permettano di effettuare una diagnosi, ma che possano comunque far emergere situazioni che richiedano una valutazione medica per gli opportuni approfondimenti.” (Le prestazioni professionali erogabili dalla farmacia nell’ambito della «farmacia dei servizi» – RAGIUFARM N. 146 – Sez. 2, Dottrina – PAOLA MINGHETTI, VIVIANA ZACCARA e LUIGI SANFILIPPO)

Il modello Caresmed

Caresmed offre per il canale delle Farmacie un’ampia piattaforma di servizi diagnostici e di screening in linea con la legislazione vigente e un’ampia gamma di attrezzature autorevoli e validate, grazie a una pluriennale esperienza internazionale nel settore ospedaliero.

1. AUTOREVOLEZZA INDISCUTIBILE DELLE ATTREZZATURE

Strumenti e tecnologie riconosciuti
dalla comunità medica internazionale

La farmacia come erogatore di servizi di screening diagnostici deve essere un riferimento affidabile tanto per la propria clientela quanto per i medici di famiglia e gli specialisti che li hanno in carico. L’utilizzo di attrezzature diagnostiche validate e riconosciute in campo clinico è garanzia di attendibilità medico-scientifica tanto che si tratti di diagnostica di riferimento o che si tratti di diagnostica di screening.

I risultati degli esami quando evidenziano una situazione di rischio possono essere seguiti da un approfondimento diagnostico di tipo specialistico; va da sé che i valori devono essere al massimo della attendibilità. Le attrezzature devono essere validate scientificamente, certificate nel rispetto delle norme sui medical device, manutenute dagli organi ufficiali di assistenza tecnica.
Va ricordato infatti che il titolare della farmacia o il direttore della stessa è responsabile della corretta installazione e della manutenzione degli apparecchi utilizzati per poter garantire al paziente risultati analitici veritieri.

Leggi di più

2. EROGAZIONE PROFESSIONALE DEL SERVIZIO

Caresmed garantisce una rete
di collaboratori certificati

Il titolare della farmacia o il direttore della stessa deve sempre controllare che le figure professionali di cui si avvale siano abilitate ed iscritte ai propri ordini o collegi professionali se esistenti. Caresmed propone alle farmacie partner una rete di figure riconosciute e con titoli di studio in farmacia, biologia e biologia nutrizionale, infermieristica per garantire un servizio professionale e affidabile.

Ogni collaboratore segue un corso pratico e teorico sulla metodica e sull’attrezzatura utilizzata, con test finale e attestazione all’uso dello strumento e all’esecuzione dello screening.

Ogni giornata di screening è inquadrata come un contratto di appalto affidato dalla farmacia (appaltante) alla nostra società (appaltatrice), per l’esecuzione dell’attività di screening.

Questa situazione impone di rispettare il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 ovvero il testo unico in materia di sicurezza sul lavoro. Ai fini del rispetto del Decreto ogni collaboratore è inquadrato a norma di legge, anche a tutela della farmacia ospitante in caso di ispezione da parte dell’ispettorato del lavoro.
Ogni Collaboratore inoltre è assicurato e coperto da poliza RCT (Responsabilità Civile per danni a Terzi) e RCO (Responsabilità Civile per danni all’Operatore).
Tutto questo, oltre a rispettare le norme vigenti in tema di lesgislazione sul lavoro, rappresenta una garanzia per la farmacia che a tutti gli effetti è padrona di casa.

Leggi di più

3. COLLEGAMENTO TRA FARMACIA E CLASSE MEDICA

La salute della popolazione
è un lavoro di squadra

Caresmed ritiene che il collegamento armonico tra farmacia e contesto clinico del territorio sia di fondamentale importanza: un corretto e affidabile servizio al pubblico si realizza con un approccio medico scientifico sia nella scelta delle tecnologie che sia nella scelta delle figure professionali, ambasciatrici di politiche di educazione della popolazione su benessere, prevenzione e compliance delle terapie.

E’ necessario quindi un virtuoso ed armonico coinvolgimento di tutti gli attori della Sanità. E per raggiungere tale obiettivo bisogna che tutti le variabili siano condivise, dall’autorevolezza delle attrezzature alla professionalità degli operatori.
Caresmed inoltre si impegna ad un utilizzo dei dati di screening a fini scientifici di fotografia dello stato della salute della popolazione.

Leggi di più

4. FORMAZIONE DEL PERSONALE DI FARMACIA

Condivisione dei saperi ed educazione
alla salute e alla prevenzione

Oltre a fornire servizi, Caresmed è impegnata nella divulgazione dei saperi scientifici relativi ai temi di benessere e salute. Medici e farmacisti informati hanno un ruolo fondamentale nel creare una comunità più sana, proponendo screening, campagne di educazione, sensibilizzazione su stili di vita virtuosi e rimandi al medico di famiglia o a uno specialista.

Riteniamo fondamentale che questo approccio sia parte integrante di ogni attore all’interno della farmacia.

Leggi di più

Scopri il servizio completo Caresmed chiavi in mano

Abbiamo studiato per voi un pacchetto completo per fornire i servizi di screening Caresmed ai vostri clienti nel modo più semplice ed efficace possibile, con un’organizzazione centralizzata delle giornate in contatto diretto con la vostra farmacia.

  • Giornata di screening di 8 ore lavorative (compreso il tempo necessario per l’approntamento delle attrezzature).
  • Impiego di attrezzature diagnostiche validate a livello internazionale (GE, Medis, InBody). Tutte le attrezzature sono sottoposte a manutenzione tecnica programmata e certificata. Incluso nel servizio tutto il materiale di consumo (carta termica, membrane etc.).
  • Una rete di tecnici qualificati (infermieri professionali, biologi-nutrizionisti, ecc.) attiva su tutto il territorio nazionale. Caresmed forma, certifica e abilita tutti i suoi tecnici all’utilizzo delle attrezzature. Ogni tecnico è assicurato per lo svolgimento dell’attività in farmacia.
  • Kit di comunicazione Caresmed. Pacchetto di materiali informativi, locandine e pieghevoli per la promozione della giornata.
  • Organizzazione centralizzata delle giornate in contatto diretto con le farmacie, dalla definizione della data, all’invio di materiali, ai contatti con i tecnici. Ogni farmacia viene contattata direttamente per la pianificazione del servizio e ricontattata qualche giorno prima per la verifica dei dettagli. Dopo ogni telefonata riceve una mail di conferma e il venerdì prima dell’evento riceve – sempre via mail – i documenti relativi alla legislazione sulla sicurezza negli ambienti di lavoro.

Modello Caresmed

Il modello Caresmed di screening consiste nella erogazione del servizio di screening “chiavi in mano”, mediante i seguenti passaggi:

  • La farmacia concorda con Caresmed la data e la tipologia di screening
  • Caresmed fornisce alla farmacia con circa un mese di anticipo i materiali di comunicazione e promozione della giornata.
  • La farmacia promuove la giornata di screening e prende le prenotazioni.
  • Il giorno concordato Caresmed eroga il servizio con proprio personale e con proprie attrezzature.

Vantaggi per la Farmacia:

  • La farmacia non distoglie il proprio personale dall’attività quotidiana
  • Nessun investimento in attrezzature
  • Autonomia nella decisione della tipologia e del costo dell’esame
  • La giornata di screening è un evento che genera traffico addizionale di clienti e il personale può meglio dedicare il proprio tempo alla consulenza, all’educazione e ai suggerimenti

Vantaggi per il cliente della farmacia:

In un unico ambiente professionale, autorevole e di fiducia il cliente trova:

  • Un servizio di screening semplice ed immediato
  • Educazione agli stili di vita
  • Consulenza e consigli
  • Monitoraggio del proprio stato di salute e
  • Della gestione delle proprie patologie per sé e per i propri conoscenti e familiari

La gamma

Caresmed garantisce il supporto ideale per la farmacia dei servizi, forte di un’esperienza consolidata in diversi anni di attività e delle circa 6700 giornate di screening erogate a partire dal 2012, grazie a una rete di tecnici specializzati che coprono l’intero territorio nazionale

MOC – Densitometria ossea ad ultrasuoni

Una tecnologia non invasiva che monitora il rischio di osteoporosi senza esposizione ai raggi X. L’esame ad ultrasuoni del calcagno fornisce informazioni sul proprio rischio di frattura così come l’analisi del colesterolo fornisce indicazioni sul rischio di infarto miocardiaco.
Anche se l’esame evidenzia un rischio di osteoporosi, questo non significa che si presenterà una frattura ossea, così come un alto livello di colesterolo non indica che necessariamente si avrà un infarto. L’esito positivo però, è un importante indicatore che il rischio di fratture esiste ed è maggiore di quello che corre una persona sana.
Leggi di più

Analisi composizione corporea – BIA

L’analisi d’impedenza bioelettrica (BIA) effettuata con gli strumenti della linea InBody, di cui Caresmed è distributore esclusivo per l’Italia, fornisce una descrizione dettagliata della composizione corporea. Grazie a un esame rapido, accurato ed effettuato in piedi si possono ottenere preziosi dati che permettono di monitorare la propria forma fisica, personalizzare programmi di dieta e di attività motoria per mantenere uno stile di vita sano.
Leggi di più

Analisi Reflusso venoso

Il reflusso venoso è un problema diffuso nei paesi occidentali: tra il 5% e l’8% della popolazione soffre di insufficienza venosa cronica.
Effettuare una diagnosi precoce di questa patologia è fondamentale per impostare un’efficace terapia preventiva, evitando o ritardando la cronicizzazione della malattia. Non curare in tempo un’insufficienza venosa cronica può causare una grave ulcerazione degli arti inferiori.
Leggi di più

La Spirometria

Esame Esame Esame

Questo esame verifica il corretto funzionamento dei polmoni analizzando con precisione la respirazione del paziente. Effettuando normali inspirazioni ed espirazioni attraverso lo spirometro, uno strumento apposito dotato di uno speciale boccaglio, le informazioni ottenute vengono trasformate da un computer in un tracciato, lo spirogramma, un documento che restituirà una fotografia della ventilazione, ossia della capacità polmonare.
Leggi di più

IL FLUSSO DI LAVORO